Come scegliere un centro yoga

Per un principiante che scopre un nuovo interesse per lo yoga il primo imbarazzo è: “come faccio a scegliere un centro yoga?”

La mia risposta in genere è che la strada migliore è provare i diversi centri yoga a portata di mano e poi scegliere quello che convince di più. Di solito tutti offrono una o due lezioni gratuite.

La scelta del cenro yoga a cui iscriversi la prima volta dipende da diversi fattori:

1. La propria preparazione fisica. Verificata anche col proprio medico per eventuali controindicazioni, può avere un certo rilievo. Mentre la totale assenza di preparazione fisica può non essere una controindicazione (basta non avere fretta, e difficilmente ci si farà male), il fatto di praticare già sport o di essere in buona forma fisica può causare attese eccessive, troppa fretta nella ricerca dei risultati, o anche delusione. La situazione più paradossale può essere quella delle ballerine e di chi fa ginnastica artistica: fisicamente spesso sono talmente flessibili che trovano “troppo facili” le posizionie quindi fanno più fatica a comprendere lo scopo dello yoga.

2. La propria evoluzione spirituale. Una persona di formazione culturale occidentale, laica, positivista, magari anche un po’ materialista, può giustamente essere un po’ perplessa di fronte a certi stili di yoga particolarmente esoterici e spirituali, mentre con altri stili, o con insegnanti che si limitano all’aspetto fisico degli asana, possono scoprire una grande affinità.

3. La situazione emotiva del particolare periodo di vita. Se si sta affrontando una leggera depressione, oppure se si affronta un periodo di particolare stress emotivo, personale o professionale, potrebbe non essere il momento giusto per iniziare a praticare yoga. L’introspezione che lo yoga compora può essere il toccasana immediato per alcune persone, e un amplificatore dei problemi per altre persone, o in altri momenti della vita. Se lo yoga mette a disagio, meglio rivolgersi ad altre discipline e, se l’interesse perdura, riprovare dopo qualche mese o anno.

4. La tipologia di stile di yoga ed eventuali caratteristiche fisiche. Gli stili di yoga sono tanti e le diverse interpretazioni dei diversi insegnanti rendono innumerevoli le sfumature. E’ possibile dare delle indicazioni generali, ma impossibile prevedere a priori quale stile può piacerti di più, se non ne provi qualcuno.

5. Simpatia con l’insegnante. Infine anche il fattore umano ha il suo peso: un insegnante può essere bravissimo ma a te non piace. Puoi decidere di provare a superare il problema, oppure puoi decidere che è meglio provarne un altro. Ma solo partecipando a una o due lezioni puoi saperlo.

Senza contare poi fatti prosaici come distanza, mezzi pubblici o comodità di parcheggio, che hanno una loro importanza: difficilmente si riesce a frequentare con profitto il centro yoga ideale ma a un’ora di macchina da casa propria

Quindi, concludendo, provare i centri yoga e le palestre della propria zona è la via maestra per scoprire il centro a cui vale la pena di iscriversi. Se, strada facendo ci si accorge di avere sbagliato, tre mesi dopo ci si puà iscrivere da un’altra parte. Dopo la prima prova con due o tre centri, consiglio di dare almeno tre mesi di tempo quello prescelto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...