Il miracolo di stare in piedi

Quando faccio praticare Tadasana (grosso modo “stare in piedi sull’attenti in modo rilassato” per chi non non pratica yoga), spesso faccio osservare ai miei allievi che una posizione apparentemente così banale per gli esseri umani, in realtà è un miracolo di equilibrio. Fra i mammiferi è una posizione esclusivamente umana, con pochissime e temporanee eccezioni: scimmie e orsi possono stare in piedi per qualche tempo, e qualche altra rara specie, fra cui ad esempio i canguri, i quali però si fanno aiutare dalla potente coda. 

Per ricordare com’è difficile e raro “stare in piedi” nel mondo dei mammiferi, segnalo questa curiosa foto che ho trovato nel blog Universi Paralleli, a cui debbo anche altre utili segnalazioni.

Da notare che il povero cane Faith, costretto a camminare in piedi a causa di una malformazione, ha sviluppato una doppia curvatura alla schiena, analoga a quella degli esseri umani, indispensabile per l’equilibrio e per ammortizzare i contraccolpi alla schiena e alla testa generati ad ogni passo. Qui il sito dedicato al cane bipede e alla sua storia.

Annunci

2 comments

  1. Ciao Yoga, ho fatto un salto a trovarti anche qui.
    Pratico dal 1987 in una delle migliori scuole di Bologna, ma sono molto discontinua. Negli ultimi anni ho frequentato la scuola solo nel periodo settembre/dicembre (per motivi di tempo e di soldi)… nonostante sia assolutamente in grado di praticare da sola, non riesco a farlo. Che sciocca, vero? E dire che mi farebbe così bene, col mio lavoro che mi fa stare davanti al PC 10-12 ore al giorno…
    Cmq, complimenti per tutto. Ci vediamo su aNobii.

    Mi piace

  2. Grazie per la visita. Ho notato che praticare da soli è un problema più per le donne che per gli uomini. La mia ipotesi è che le donne hanno più bisogno dell’interazione sociale, ovvero spesso si iscrivono in palestra o nel centro yoga ANCHE per vedere altre persone e mantenere le relazioni con le amiche. Quando questo fattore manca, manca anche una delle motivazioni per la pratica. Gli uomini sono più orientati al risultato e alla prestazione e quindi si concentrano sull’attività “da fare”, eseguendola anche per conto proprio, se hanno deciso che “devono farlo”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...