Adamo ed Eva: 80.000 anni di vacanza in campeggio?

Sul numero doppio di Natale 2007 dell’Economist è apparso un interessante articolo sul passaggio dell’uomo primitivo dalla condizione di cacciatore-raccoglitore a quella di agricoltore: in pratica il lungo passaggio preistorico sintetizzato nella Bibbia dalla cacciata di Adamo ed Eva dall’Eden e il successivo contenzioso fra Caino e Abele. Il lontanissimo passaggio che ha posto le premesse del nostro odierno disagio della civiltà.

Sintetizzando brevemente: l’uomo avrebbe iniziato la sua carriera come cacciatore-raccoglitore in piccole tribù egualitarie dai ruoli probabilmente differenziati per sesso: gli uomini cacciavano, le donne raccoglievano. Purtroppo, come evidenzia la lite fra Caino e Abele, ci sono importanti differenze psicologiche e culturali fra cacciatori-raccoglitori (nomadi) e agricoltori (stanziali): idealizzando e semplificando un pochino le cose, i cacciatori sono egualitari e generosi, gli agricoltori parsimoniosi e gerarchici. Il motivo è presto detto: quando hai ucciso una grossa preda, siccome difficilmente puoi mangiartela tutta e non puoi conservarla, conviene dividerla con gli amici della tribù, sperando che ricambino il favore quando andrà meglio a loro. Dopo esserti spaccato la schiena a seminare, accudire e poi raccogliere il grano, invece, sei portato a tenertelo stretto e dividerlo solo con gli immediati consanguinei, visto che è costato lungo lavoro e si può facilmente conservarlo per diversi mesi. Questo corrisponde anche alla nostra esperienza aneddotica moderna: il pescatore sportivo che torna a casa carico di pesci dopo una pesca fortunata, facilmente ne ne regala a chiunque gli sia simpatico; ben diverso l’atteggiamento del contadino verso chi si serve da solo nel frutteto e nella vigna.

La vita del cacciatore raccoglitore era quindi – in un certo senso – l’Eden dei bei tempi: piacevole vita en plein air con i compagni di branco, raccogliendo i frutti della terra senza troppo lavoro, organizzando battute di caccia di cui parlare poi intorno al fuoco, godendo oltre tutto di un’alimentazione ricca di proteine e vitamine, saporita e variata. Ben diversa la vita dei primi agricoltori: tanto lavoro noioso, molto sudore della fronte, niente turismo nomade, e una dieta ricca di calorie (il grano) ma povera di proteine e vitamine, fatto testimoniato da una minore prestanza fisica dei resti fossili degli agricoltori rispetto ai cacciatori. Ecco spiegato il braccio corto di Caino.

Ma c’è un ma: i cacciatori-raccoglitori fanno sì la bella vita in gruppi solidali ed egualitari, ma pagano la loro bella prestanza fisica con una particolare forma di selezione naturale: le diverse tribù sono in perenne guerra fra loro per disputarsi i territori di caccia, perché possono nutrire un numero molto limitato di individui. Tanta armonia all’interno, ma botte da orbi fra una tribù e l’altra: la guerra forse è stata inventata dai nomadi, secondo lo storico John Keegan.

Insomma, probabilmente, il passaggio dalla caccia all’agricoltura ha consentito un’inedita efficienza nella produzione del cibo, consentendo a un maggior numero di individui di sopravvivere in villaggi stanziali, anche se più bassetti, taccagni e con i denti cariati.

Generando così il primo seme di quel malessere da civiltà urbana che lo Yoga, dai tempi di Hrappa e Mohenjo-Daro, le antiche città della valle dell’Indo, cerca di lenire.

Annunci

2 comments

  1. Eccellente.
    sono in possesso della mappatura DNA per il mio grruppo sanguigno.
    Ho scoperto che gli antenati 79-31.000 anni fa, cacciatori, vennero da “Eurasian Adam”,M168, poi Medioriente (Arabia-Iraq), M89,poi M172 (Turchia, Grecia Italia ma anche nord Africa).
    Ho letto delle infinite migrazioni fino a 12.000 anni fa quando nacque l’agricoltura che poi si sparse dalle civiltà fluviali al resto della terraferma (la glaciazione era finita).
    Tutto corrisponde (tranne Caino ed Abele, chissà quanti ce ne sono stati!)

    Mi piace

  2. Gruppo di appartenenza J2 (M172)

    Il risultato del suo cromosoma Y, la identifica come un membro del gruppo di appartenenza J2, una discendenza definita da un marcatore genetico chiamato M172. Questo gruppo di appartenenza è la finale destinazione di un viaggio genetico che cominciò circa 60.000 anni fa con un cromosoma marcatore Y antico chiamato M168.
    Il marcatore M168 molto estesamente diffuso può essere attribuito a un singolo individuo detto “Eurasian Adamo.”
    Questo uomo africano, che visse da 31.000 a 79.000 anni fa, è l’antenato comune di ogni persona non-africana vivente oggi. I suoi discendenti emigrarono fuori dell’Africa e divenne l’unica discendenza a sopravvivere lontano dal continente culla dell’umanità.
    La popolazione accresciuta durante l’era del Paleolitico Superiore spronò la discendenza M168 a cercare nuovi territori di caccia agli animali delle pianure, cruciali per la loro sopravvivenza. Un periodo di clima umido e favorevole ampliò la disponibilità di tali animali in quel tempo, così questo popolo nomade potè semplicemente seguire la sua fonte di cibo. Attrezzi evoluti ed arte rudimentale apparvero durante questa stessa epoca, suggerendo significativi cambiamenti mentali e comportamentali.
    Questi mutamenti possono essere stati spronati da una mutazione genetica che dette ai discendenti di “Eurasian Adamo” un vantaggio conoscitivo sopra altre stirpi umane contemporanee, ma ora estinte.
    Dal 90 al 95% di tutti i non-africani discende della seconda grande migrazione umana fuori dell’Africa, quale è definita dal marcatore M89.
    M89 all’inizio apparve 45.000 anni fa in Africa Settentrionale e Medio Oriente. Sorse dalla discendenza originale (M168) di “Eurasian Adamo,” e definisce una grande migrazione di cacciatori che seguirono espandendosi in praterie e territori di caccia in Medio Oriente.
    Molta gente di questa discendenza rimase nel Medio Oriente, ma altri continuarono il loro movimento e percorsero le praterie attraverso l’Iran fino alle enormi steppe dell’Asia Centrale. Armenti di bufalo indiano, antilopi, mammut lanosi, ed altra cacciagione probabilmente li indusse ad esplorare nuove praterie.
    Con molta parte dell’acqua della Terra gelata in massicci scudi di ghiaccio, l’era delle enormi steppe andava dalla Francia orientale in Corea.
    I cacciatori della prateria della stirpe M89 viaggiarono sia verso est che verso ovest lungo questa steppa “superstrada” ed alla fine popolarono gran parte del continente.
    Un gruppo di discendenti da M89 mosse verso nord dal Medio Oriente verso l’Anatolia ed i Balkani, lasciando le familiari praterie per foreste e paesi nordici. Sebbene il loro numero fosse facilmente piccolo, tracce genetiche del loro viaggio vengono ancora oggi trovate.
    Il gruppo di appartenenza J2, definito da marcatore M172 originato nella Mezzaluna Fertile segna la maggiore pietra miliare del viaggio umano.
    Da 10.000 a 15.000 anni fa i membri di questo gruppo divennero i primi coltivatori durante un periodo noto come la Rivoluzione Neolitica. Col successo dell’agricoltura, loro in seguito fondarono la nascita di moderne, sedentarie comunità e città.
    M172 definisce il maggior ceppo di questo gruppo di appartenenza che nasce dalla stirpe M89. Si trova oggi in Nord Africa, Medio Oriente, e Sud Europa. Nell’Italia del sud si trova con una frequenza del 20%, e nel Sud della Spagna 10% della popolazione porta questo marker.
    Questi successi della stirpe dei primi agricoltori posero le basi della crescita della popolazione e incoraggiò la migrazione attraverso il mondo Mediterraneo. Più tardi migrazioni portarono M172 attraverso le valli dei fiumi dell’Asia Centrale e dell’ India Settentrionale.
    Discendenti di M172 hanno lasciato una impronta fisica che segna la loro evoluzione genetica. Luoghi come Jerico (Tell el-Sultan) sono fra le più vecchie comunità fisse del mondo, e permettono agli archeologhi di tracciare molti millenni di crescita e sviluppo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...