Un mantra ti calmerà

Recitare il rosario calma la mente. Il meccanismo è semplice: tenendola impegnata su una recitazione continua, il cervello smette di pensare alla rata del mutuo, lo stipendio che non basta o la guerra in Iraq; il respiro rallenta e la mente si calma. La teoria è stata confermata anche da ricerche medico-scientifiche: ad esempio, secondo uno studio congiunto dell’Università di Pavia, del John Radcliffe Hospital di Oxford e dell’Unità Ospedaliera di Santa Maria Nuova di Firenze, la recitazione del rosario e la recitazione di mantra rallentano la respirazione con effetti benefici sul sistema cardiocircolatorio.

Quella sensazione di sollievo che si prova dopo una veglia di preghiera, come la sensazione di benessere che si prova dopo una sessione di canto di mantra, possono quindi dipendere dal fatto che una forza soprannaturale ci ha messo una mano sul capo. Oppure da un fatto più banalmente fisiologico: cantare o recitare a ritmi ripetitivi, cadenzati e tranquilli ha un effetto pacificante.

Applicare il principio, per chi è di formazione cattolica, è facile. Senza approfondire culture esoteriche orientali, basta procurarsi un rosario della nonna e provare. Con dieci pateravegloria ogni sera prima di addormentarsi, l’effetto antistress è garantito.

Chi vuole qualcosa di più laico può rivolgersi allo yoga. Si può iniziare con la “Om”, il breve e fondamentale mantra che in genere si apprende nella maggior parte dei corsi di yoga. Si sta seduti in una comoda posa meditativa a gambe incrociate oppure sui talloni, con la schiena diritta ma non rettificata (ovvero con la schiena diritta ma la colonna vertebrale che mantiene senza fatica le sue curvature naturali, senza ingobbirsi né arcuarsi all’indietro), e si canta la Om mentalmente o a voce per sei cicli di tre ripetizioni, concentrando il pensiero sull’inspirazione che scende e sull’espirazione che sale insieme al suono.

Per rendere più varia la pratica, si può imparare qualcuno dei numerosi mantra di cui esistono dischi in commercio. Chi ha fatto il liceo classico e vuole rispolverare il latino, può invece provare con il canto gregoriano, il canto col profumo d’incenso incorporato.

Annunci

3 comments

  1. Caro Gianni.OM SHANTI è vero che la ripetizione di un mantra è il presupposto per la liberazione,tanto è vero che tutti i grandi e piccoli maestri, di tutte le religioni hanno sempre consigliato la ripetizione di japa ( giri di rosari,cristiani,islamici,indù,buddisti ecc.)nella quotidianità,sono davvero uniti in questa pratica.Lo sanno molto bene i devoti per la coscienza di Krisna,che con i loro canti e mantra raggiungono livelli superiori di consapevolezza spirituale.Già imparare questo semplice mantra HARE KRISNA HARE KRISNA-KRISNA KRISNA HARE HARE-HARE RAMA HARE RAMA-RAMA RAMA HARE HARE è utile per pulire la propria anima,così come una saponetta serve a lavarsi le mani.Un altro mantra molto usato dagli occidentali è SO’ HAM,durante la meditazione,occorre ripetere mentalmente respirando in modo naturale,durante l’inspirazione recitare interiormente la prima parte del mantra SO’e nell’espirazione la seconda parte HAM.Provare per credere e vedere i risultati,se siete profondamente cristiani,potete ripetere il nome di Gesù Cristo, Amen,un Ave Maria o un Padre nostro,importante è la buona fede e il desiderio profondo di entrare in contatto con il proprio SE interiore per migliorarsi.Con tanto affetto a tutti voi da Yogitano.

    Mi piace

  2. buongiorno,
    sono tornata da un’esprienza nuovissima…
    digiuno spirituale a castel san pietro…e ho avuto l’opportunità di incontrare cio’ che sento che mi fa stare bene..

    ho avuto la possibilità di fare alcuni esercizi di respirazione e cantare dei mantra..sono stata davvero bene..

    li vorrei cantare ancora e vorrei approcciarmi alla meditazione perchè ho capito che mi fa stare bene..

    a milano con costi bassi, scusate l’intercalare, dove trovo?
    grazie grazie

    Filomena

    Mi piace

  3. Ciao Filomena. Per informazioni su centri yoga di Milano che offrano anche meditazione e mantra, puoi guardare sul sito di Yoga Journal, su quello della Yani (entrambi qui a fianco) oppure puoi sentire la responsabile per la Lombardia della Yani:

    Lombardia – Svizzera
    Renata Angelini c/o Associazione Italiana Raja Yoga
    tel: 02-29514787

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...