La crescita esteriore

Lo Yoga italiano sta vivendo una crisi di crescita. Sta passando dalla fase di pratica semi-clandestina dei “veri adepti” a quella dei boom commerciale e di grande pubblico. Nel giro di un anno è nata una testata specializzata distribuita nelle edicole e nei supermercati ed è persino stata organizzata una piccola fiera di settore, denominata Yoga Festival. La testata specializzata è l’edizione italiana di una grande testata statunitense, Yoga Journal Magazine, e dopo un anno di rodaggio come bimestrale, sta passando alla periodicità mensile.

Nel frattempo palestre, scuole di danza e centri Yoga stanno vivendo una crescita di iscrizioni e di interesse per tutte le tipologie di Yoga, da quelle più serie e tradizionali alle varietà più moderne e, in certi casi, discutibili.

Mi sembra che i veterani italiani dello Yoga stiano vivendo con diffidenza questo momento di crescita esteriore. Forse, avendo più confidenza con la crescita interiore, non sanno che pesci pigliare. Le soluzioni mi sembrano due: ritirarsi nel proprio ashram; oppure imparare a fare i conti con la modernità: comunicazioni di massa, Internet, marketing, commercio. Averne diffidenza o rifiutare la consapevolezza della modernità significa confondere il sintomo col male. Il commercio non è immorale o poco etico in sé. Il commercio disonesto è immorale; il commercio onesto è etico e morale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...