Esitazioni dal vivo… Gabriella Cella presenta "L'India del sorriso"

Nel corso del Milano YogaFestival, Gabriella Cella ha presentato il suo ultimo libro “L’India del sorriso”, raccolta di racconti della sua esperienza in India.

Gabriella Cella è una delle più autorevoli maestre italiane di Yoga. Ha scritto numerosi manuali. Io ne conosco bene solo uno: “Yoga e salute”. E’ un eccellente manuale, ben scritto, bene organizzato e molto chiaro. L’unico difetto che vi ho trovato (assolutamente veniale in un’opera di così tanta chiarezza divulgativa) è che trascura di segnalare che alcune posizioni hanno nomi diversi sia in italiano sia in sanscrito a seconda delle diverse scuole e tradizioni di Yoga, e possono conosce innumerevoli varianti. Nulla di male per chi viene dalla stessa tradizione di Gabriella Cella, ma un principiante che ha conosciuto la “posizione della tigre” come “posizione del gatto”, o chi ha conosciuto la “posizione del galletto” kukkutasana secondo la descrizione che ne viene fatta nella Hata Yoga Pradipika può pensare che ci sia un po’ confusione sotto i cieli dello Yoga. In realtà ci sono solo numerose tradizioni che convivono e che possono avere differenze piccole o grandi nel modo di praticare.
Il libro “L’India del sorriso” invece non ha nulla a che fare con la manualistica Yoga. Si tratta di racconti che cercano di cogliere il lato divertente dell’India e della sua vita quotidiana, anche nel contrasto con i suoi tratti violenti e drammatici.

Un po’ sottotono la presentazione, con Gabriella Cella (sono parole sue) stranamente intimidita dal fatto di presentare un libro per la prima volta, libro che, peraltro, non era in vendita sul posto.

Lo yoga italiano sta emergendo adesso dalla controcultura alternativa per diventare un fenomeno di massa. E’ quindi nella curiosa situazione per cui grandi yogi e yogini che hanno fatto della ricerca della consapevolezza personale la loro ragione di vita si accostino alla macchina editoriale e commerciale della comunicazione moderna senza avere consapevolezza dei suoi meccanismi.

I libri di Gabriella Cella

Clicca qui per info su “India del sorriso”

Il sito di Gabriella Cella

Annunci

2 comments

  1. Il meglio di Gabriella Cella, secondo me, viene espresso nei libri che associano l’aspetto fisico e tecnico degli esercizi a quello simbolico e mentale delle varie pratiche che compongono lo yoga, quali “Respirazione, distacco, concentrazione, meditazione” e “I segreti dello yoga”

    Mi piace

  2. Concordo con Giovanna, perciò consiglio anche i libri che ha scitto in collaborazione con Marilia Albanese. Utilizzo il suo ‘Yoga-Ratna.Il gioiello dello yoga’, ma anche “108 esercizi per il benessere psicofisico” e il più recente “Yoga delle Dee,Non seguire le orme dei saggi, cerca ciò che essi cercano”. In quest’ultimo in particolare molto spazio viene dato agli aspetti simbolici.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...